CURIOSITA' ORNITOLOGICHE SUL PETTIROSSO

       


 


Gli ornitologi hanno studiato le fasi di vita di molti uccelli e di uno in particolare si Ŕ scoperto che Ŕ molto aggressivo anche in amore. E' il Pettirosso Erithacus rubecula. Nelle localitÓ di riproduzione i maschi di pettirosso arrivano prima delle femmine. All'inizio la forte carica aggressiva che caratterizza tutto il ciclo annuale della specie, si rivolge anche nei confronti della femmina che entra nel territorio di un maschio probabile partner. Questo si avvicina all'intrusa con atteggiamento minaccioso, solleva la testa, la coda e gonfia al massimo il petto accentuando l'esibizione del colore rosso mediante scosse laterali del corpo accompagnate da frasi concitate di canto. Di primo acchito la femmina risponde in modo aggressivo non ritirandosi come un vero intruso ma piuttosto mantiene le distanze svolazzando davanti al maschio. Un poco alla volta nel giro di qualche giorno i due soggetti si abituano alla reciproca presenza. Successivamente se la femmina accetta il legame di coppia si rafforza con l'offerta di cibo da parte del maschio alla compagna, operazione che si osserva generalmente precedentemente all'accoppiamento sino alla schiusa dei nidiacei.

 


STRATEGIA DI ADATTAMENTO AL RUMORE ACUSTICO

Per adattarsi al rumore, il Pettirosso Erithacus rubecula deve "guadagnare altezza". L’inquinamento acustico presente nella vita quotidiana disturba gli uccelli e la loro comunicazione . Il famigliare Pettirosso Ŕ un passeriforme molto territoriale la cui canzone melodiosa e malinconica risuona nei nostri parchi e giardini anche nella brutta stagione. Infatti, in autunno e in inverno, i due sessi cantano e richiamano difendendo un dominio esclusivo. In un articolo pubblicato sulla rivista Transportation Research, un biologo ha mostrato che nelle aree rumorose (ad esempio quelle vicine a una strada trafficata), i Pettirossi scelgono posatoi alti per poter cantare da una certa altezza con lo scopo di farsi sentire dai loro rivali. L'assenza di posatoi sufficientemente alti potrebbe quindi ostacolarli seriamente.
Anche sulla rivista “Animal Behaviour”, gli ornitologi avevano osservato che quando il rumore ambientale diventa importante, il canto del Pettirosso diventa pi¨ semplice, pi¨ lungo ed emesso con una frequenza pi¨ alta. Inoltre altri studi hanno poi dimostrato che questo passeriforme tende ad allontanarsi dalle zone rumorose e / o a cantare piuttosto nelle ore notturne.

 


AD OGNUNO LA SUA BUSSOLA

Si sa che da secoli gli animali si orientano utilizzando le piu’ disparate strategie; chi con il senso dell’olfatto, chi seguendo le indicazioni del cielo stellato, chi perche’ percepisce le linee del campo magnetico terrestre. Insomma “ad ognuno la sua bussola” che lo guida sicuro nel lungo viaggio attraverso i continenti e le vie dei cieli. A tal proposito una nuova sconvolgente novita’ ci viene fornita da J.Al-Khalili’, fisico teorico, e da J.Macfadden, biologo molecolare, che nel loro libro “Life on the edge. The coming of age of quantum biiology” esprimono la tesi di fondo che svariati processi dell’essere vivente, come appunto i metodi d’orientamento, si basano su effetti quantistici. Molte specie di animali come le balene, le rane, le aragoste, le api e gli uccelli compiono viaggi che hanno dell’impossibile. Tra questi viaggi c’e’ la migrazione del Pettirosso (Erithacus rubecula) che ogni anno, dal nord Europa all’Africa e viceversa, si basa sul suo dna, orientandosi secondo meccanismi di rilevamento del campo magnetico terrestre che sono strettamente correlati con spiegazioni quantistiche relative ad “elettroni intrecciati” che si verrebbero a formare nell’occhio del Pettirosso quando un fotone (una particella luminosa) viene percepito da un certo fotorecettore nell’occhio. tutto sembra essere complicato ai profani ma nella realta’ e’ spiegato dalle ultime scoperte della fisica quantistica legate alla biologia. Chissa’ che, perseguendo questa via, non si arrivi a svelare anche i segreti piu’ nascosti della vita naturale.
 

 

Aprile 2020

 

W.S.

 

«Precedente