OSSERVAZIONE DI SALTIMPALO SIBERIANO A COGLIATE

 

La femmina di Saltimpalo siberiano osservata

 

Durante la giornata del 8 Gennaio 2021 caratterizzata da bel tempo meteo durante la mia attivita’ di birdwatching nella campagna insubrico brianzola (come oso chiamarla) e precisamente nel territorio comunale di Cogliate, in provincia di Monza e Brianza, ho potuto osservare una femmina di Saltimpalo con caratteristiche morfologiche che nulla avevano a che fare con quelle di una comune esemplare della specie. Dopo una serie di avvistamenti interessanti la mattinata stava per concludersi quando all’improvviso ad una certa distanza mi compare ben in vista l’interessante individuo posato su uno stelo secco di graminacea. Il soggetto scruta l'ambiente circostante alla ricerca delle sue prede (invertebrati) e muove in modo caratteristico la coda. Subito in allerta ho impugnato il binocolo ed ho cominciato ad osservarne le curiose caratteristiche. La colorazione del piumaggio uniforme e chiara quasi bionda e' il primo elemento che mi ha stupito. Sul groppone presenta una leggera sfumatura scura. Riesco ad osservare un sopracciglio bianco che si unisce sulla fronte ( nell'unica foto presente leggermente sovraesposta si intravede bene). Le ali sono piu' lunghe in confronto a quelle di un maschio di Saltimpalo che fortunatamente e' presente proprio li vicino mentre si nutre a terra. Gola bianca e petto uniforme color ocra sono gli altri elementi morfologici che mi fanno propendere per la sottospecie “Maurus”. Quindi Saltimpalo siberiano .
Il Saltimpalo siberiano (Saxicola rubetra maurus) si riproduce nel Paleartico orientale, inclusa l'Europa pių orientale, e sverna ai tropici del Vecchio Mondo. L'areale riproduttivo copre la maggior parte dell'Asia temperata, da circa 71 ° di latitudine nord della Siberia a sud fino all'Himalaya e alla Cina sud-occidentale, e da ovest alla Turchia orientale e alla zona del Mar Caspio. Si riproduce anche nell'estremo nord-est dell'Europa, principalmente in Russia ma occasionalmente fino all'estremo ovest della Finlandia. L'area di svernamento di questa specie migratrice va dal sud del Giappone a sud fino alla Thailandia e all'India e da ovest a nord-est dell'Africa. Durante la migrazione, un piccolo numero raggiunge l'estremo ovest dell'Europa occidentale ed eccezionalmente l'estremo oriente dell'Alaska nel Nord America. Il Saltimpalo siberiano č insettivoro. Si riproduce in boscaglia aperta e ruvida o in prati ruvidi con arbusti sparsi, dal livello del mare a circa 4.000 m slm o pių. Gli uccelli sembrano evitare anche le condizioni temperate fresche e stare a nord solo durante la calda estate continentale. Nelle regioni montane ai piedi dell'Himalaya del Bhutan, i migratori possono occasionalmente nutrirsi nei campi e nei pascoli a pių di 2.000 m slm, ma la maggior parte si sposta pių in basso e verso sud per l'inverno nelle regioni tropicali. Sebbene non sia considerata una specie distinta dalla IUCN, č diffusa e comune e non sarebbe considerata una specie minacciata. Da noi non e’ molto comune e probabilmente a causa della confusione d’identificazione col Saltimpalo comune e’ sottostimata. Ma l’importanza e’ che ancora una rarita’ ornitica e’ stata osservata e va ad aggiungersi al numero di specie e sottospecie che vivono stabilmente e/o temporaneamente in queste campagne a me molto care e ogni tanto ragalano interessanti emozioni ornitologiche.
 

Gennaio 2021

 

W.S.

 

«Precedente