NIDIFICAZIONE ACCERTATA  DELL’ASTORE NEL PARCO REGIONALE DELLE GROANE



Nella foto di V. Frigati i giovani Astori nati nel parco delle Groane nelle stagioni primaverili che vanno dal 2005 al 2009.

L’Astore, nome scientifico Accipiter gentilis, e’ un rapace di grosse dimensioni. Molti appassionati di ornitologia hanno sempre visto nella sua figura un predatore possente capace di cacciare con disinvoltura e maestosita’ negli ambienti boschivi in quanto abile acrobata delle foreste fitte.

La femmina e’ piu’ grande del maschio con un’apertura alare piu’ piccola di quella della Poiana Buteo buteo ma con aspetto piu’ massiccio. Il maschio solitamente e’ molto piu’ grande di una cornacchia e confondibile con la femmina di Sparviere Accipiter nisus ma lo si distingue in volo per i battitti d’ala piu’ lenti e distanziati, per il corpo piu’ massiccio, dal capo piu’ piccolo con collo lungo, dalla coda piu’ corta e smussata agli angoli. Il sottocoda e’ di colore bianco. I giovani sono fittamente striati sotto.

Nel parco delle Groane da tempo molti appassionati lo davano per specie nidificante ma nessuno lo aveva mai confermato. Invece, nella primavera del 2005 grazie alla collaborazione di appassionati birdwatchers riunitisi in gruppo ed in collaborazione sotto l'organizzazione  dell'iniziativa Ricerche Ornitoculturali sono riusciti ad osservare questo accipitride durante la sua attivita’ riproduttiva. Insomma, finalmente si e’ riusciti a vederlo metter su casa e fare famiglia. Un evento che dal 2005 si e' poi ripetuto anche gli anni sucessivi, quando, nel 2009, e' stata osservata una seconda coppia nidificante.

Durante la prima osservazione, ad una prima impressione, la dislocazione del nido e la pessima qualita’ di luce non fornivano un quadro dettagliato della situazione e, dapprima, fummo scettici nel trarre giudizi in merito al riconoscimento, ma poi  i caratteri morfologici ed una piu’ corretta angolazione dell’osservazione unita ad una buona dose di pazienza ci permisero di identificare per Astore la specie che gia’ da tempo veniva avvistata nel territorio delle Groane.

La gioia e' stata immensa. Per anni questo maestoso rapace aveva fatto scorazzare studiosi ed ornitologi in tutti gli angoli del parco e finalmente uno degli angoli, o forse uno dei tanti angoli, non era stato ancora scoperto lasciando cosi’ la felicita’ al gruppo di godersi la situazione.

         

Nella foto di V. Frigati due giovani Astori sul nido.

In breve tempo, seguendo giorno dopo giorno la coppia intenta alla riproduzione, tutti abbiamo assistito alle bellissime scene di allevamento dei piccoli da parte dei genitori che, solerti e un pochino allarmati, li nutrivano in continuazione mobbati ed infastiditi dalle Cornacchie grigie della zona .

Cosi’,con le nostre visite mirate per non disturbare la coppia, il gruppo Ricerche Ornitoculturali e' riuscito ad osservare la nascita di quattro piccoli e del loro svezzamento. L’Astore si e’ riprodotto e tutto sotto gli occhi degli appassionati e quelli di una videocamera amatoriale che, posizionata in modo strategico, ha fornito dati molto importanti tra cui la conferma che questo rapace e’ nidificante da cinque anni nel Parco Regionale delle Groane.

Comunque, nonostante tutti i dati raccolt,i in questo quinquennio la nostra indagine non e' mai terminata. Infatti abbiamo vigilato ed osservato questa specie e tante altre che compongono la popolazione ornitica di questo bellissimo parco che per anni e’ stato bistrattato e sconosciuto ai residenti e che continua fornire riparo a molte specie animali con la speranza che i vari direttivi del Parco, nel corso degli anni, faranno in modo che questo lembo verde, alle porte della metropoli milanese, possa sopravvivere per molti anni ancora.

Aggiornato a dicembre 2009

W.S.


 

«Precedente