LA SIMPATICA CINCIA MORA, UNA VISITA SEMPRE GRADITA





Nella foto, tratta dal web, una Cincia mora mentre si reca al nido.
 

 

Il passaggio migratorio della Cincia mora (Parus ater) è stato molto positivo. Lo confermano i dati che si sono raccolti presso l’Osservatorio Ornitologico della FEIN ad Arosio, in provincia di Como, durante l’attività d’inanellamento nel 2005. Durante la stagione migratoria la simpatica Cincia mora ha fatto visita all’impianto di cattura già dal 19 agosto continuando a far registrare un buon numero di soggetti inanellati sino ai primi giorni di ottobre. Considerando le osservazioni nel territorio brianzolo si può affermare che quest’anno il piccolo Paride dalle dimensioni di cm. 11 e dal piumaggio sommesso ma molto pittoresco, sta compiendo una piccola invasione. I birdwatchers locali la segnalano in disparati ambienti e le osservazioni parlano di gruppetti composti da decine d’individui che si muovono sugli alberi, presenti in giardini, parchi urbani, boschetti e terrazze, alla ricerca di cibo.

Il suo verso di richiamo caratteristico gli ha dato l’appellativo dialettale locale di Ciu-ciu.

 

     

 

Ma la vivace Cincia mora non è nuova a questi spostamenti abbondantemente numerici. Attraverso un’ indagine quantitativa, consultando l’archivio degli inanellamenti avvenuti all’Osservatorio si scopre che già alcuni anni fa era stata presente massicciamente. Se si analizza il totale degli inanellamenti pari a 432 soggetti  avvenuti dal 1996 al 2004 si estrapolano tali dati:  144 soggetti marcati nel 1996, 30 nel  1997, 29 nel 1998, 13 nel 1999, 168 nel 2000, 14 nel 2001, 13 nel 2002, 13 nel 2003 e solamente 8 nel 2004.

Questa graziosa cincia, presso il territorio del Centro Arosiano, è presente anche come nidificante.

Infatti in primavera, durante lo svolgimento del progetto nidificanti coordinato dall’INFS, si catturano individui aventi il caratteristico piumaggio giovanile.

Va ricordato, inoltre, che la Cincia mora non è l’unico rappresentante della famiglia dei Paridi presente presso l’Osservatorio. Gli fanno compagnia altre specie rappresentative durante tutto l’anno, come la Cinciallegra (Parus major), la Cincia bigia (Parus palustris), la Cinciarella (Parus caeruleus), il Codibugnolo (Aegithalos caudatus). Mentre, solo durante il periodo autunnale, la Cincia dal ciuffo (Parus cristatus) di cui non si è ancora scoperta la nidificazione in loco, nonostante le ultime segnalazioni ornitologiche in Brianza la indicano nidificante alle stesse quote.

Va sottolineato che i movimenti di questo grazioso passeriforme incuriosiscono sempre i tecnici della stazione brianzola che, attraverso la tecnica dell’inanellamento scientifico, in ogni stagione, si adoperano al servizio della scienza alla ricerca di risposte da fornire in merito a questi fenomeni di spostamento stagionali.

Studio e ricerca che all’Osservatorio Ornitologico di Arosio sono in atto, con sforzo costante, da molteplici anni.

 

W.S. maggio 2006

 

 

«Precedente