LA CESENA DI NEUMANN Turdus neumanni                            UNA RARITA' IN PROVINCIA DI COMO





Cesena di Neumann. Foto tratta dal web

La notizia del ritrovamento giunse inaspettata quando insieme ad un gruppo di visitatori, a cui facevo da guida presso la struttura dell’Osservatorio Ornitologico di Arosio della FEIN, faceva parte un signore molto interessato all’attivita’ di ricerca dedicata alla migrazione degli uccelli. Durante il colloquio, l’interessato mi segnalo’ del ritrovamento in data 5 dicembre 2015 di un esemplare senza vita di Merlo esotico, cosi’ lo defini’, a lui sconosciuto e colorato, durante una passeggiata lungo un sentiero in localita’ Lanzo d’Intelvi (CO). Ma la sorpresa avvenne quando durante il racconto mi mostro’ una delle foto fatte col cellulare dell’individuo trovato. Una CESENA DI NEUMANN !!. Visto l’importanza della notizia fu logico per me chiedere piu’ di una volta di confermarmi cio’ che mi stava raccontando. Per capire meglio l’ esclusiva va sottolineato che la Cesena di Neumann (Turdus naumanni), appartenente alla famiglia dei Turdidae, nidifica in aree boschive aperte nei territori meridionali della Siberia centrale ed orientale fino alla Manciuria settentrionale. Le sue abitudini alimentari sono onnivore e si nutre di una vasta gamma di insetti, lombrichi e, soprattutto nelle stagioni autunnale ed invernale, bacche. Questa specie fortemente migratoria. Sverna nel sud-est asiatico, principalmente nella Cina centro-orientale, Giappone,Corea e nei paesi limitrofi. un raro visitatore dell'Europa occidentale e il ritrovamento dell’esemplare qui citato si aggiunge alle cinque segnalazioni post 1950 avvenute in Italia, come riportato nell’Ornitologia Italiana di Brichetti e Fracasso, e la prima documentata per la provincia di Como. Molto importante quindi e’ stato l’incontro con l’appassionato che mi ha dato modo di reperire un'altra informazione ornitologica sensazionale.


Marzo 2020

W.S.

«Precedente