RECENSIONI LIBRI

LA CITTA’ DEI GRUCCIONI




Gaetano de Persiis
Associazione Altura
Pagg. 108
Foto a colori
Formato 24x22


Camminando per le Campagne, nella stagione primaverile ed estiva, certamente qualcuno ha avuto la fortuna di imbattersi in un uccello variopinto di una bellezza unica. E’ il Gruccione “Merops apiaster” che piu’ delle volte lo si incontra in stormi medio grandi appollaiati sui fili elettrici o sui cavi telefonici probabilmente in procinto di migrare. La sua presenza crea un ambiente suggestivo, quasi irreale, fatto da un arcobaleno di colori. Chi con passione si dedica all’osservazione in natura prova in quell’istante la sensazione di vivere in una favola. Se poi cercando ci si imbatte in una colonia di questi uccelli che hanno casa nei paraggi la sensazione viene amplificata dai continui richiami, dai comportamenti territoriali ed amorosi che questa bellezza del creato sfoggia con tanta disinvoltura grazie al suo volteggio leggero come una piuma ma carico di forza sprigionata durante il suo gioco aereo.
Nella quotidianita’ siamo presi da tante altre cose da non notare pił i paesaggi e i suoi abitanti che ci circondano ma per fortuna chi possiede sensibilita’ e spirito di osservazione riesce a vedere oltre il materialismo che viene propinato e accantonare i propri problemi concedendosi nei ritagli di tempo un sano impegno alla scoperta del mondo naturale. E’ successo all’autore di questo volume dedicato interamente ad una delle specie piu’ amate dai fotografi naturalisti come lui grazie proprio alla sua variablita e vivacita’ morfologica che fa del Gruccione uno dei rappresentanti dell’avifauna piu’ belli del nostro Paleartico occidentale. Il volume fotografico e’ ricchissimo di scatti da professionista che ritraggono questo splendido volatile durante la sua fase riproduttiva in colonia che assomiglia ad una piccola citta’ coi suoi tipici abitanti e vicini di casa appartenenti anche ad altri generi di animali. Viene evidenziato cosi’ in modo colorito ed interessante l’attivita’ che si presenta durante il periodo piu’ delicato della loro vita senza pero’ interagire con gli attori principali grazie all’ausilio dei mezzi fotografici messi oggi a disposizione dalla tecnologia. Un volume tutto da sfogliare che pero’ presenta la duplice valenza nella realizzazione. Infatti se da un lato vuol essere un valido incremento all’illustrazione fotografica su questa specie dall’altro la sua vendita a chi ne fara’ richiesta sara’ un importante contributo devoluto all’Associazione “Altura” attiva in Italia, che si occupa da vent’anni alla conservazione degli uccelli rapaci mediante studi e monitoraggi di campo, campi di sorveglianza nidi, contrasto alle minacce degli Habitat, collaborazione con enti di aree protette e divulgazione della conoscenza dei rapaci e dei loro ambienti. La donazione potra’ essere effettuata mediante bonifico bancario oppure conto corrente postale.
Coloro che desidereranno contribuire e avere altre informazioni in merito dovranno mettersi in contatto con Fabio Borlenghi alla mail fabioborlenghi@libero.it



W.S.


«Precedente