RECENSIONI LIBRI

LA VERDE ATTRAZIONE                                                Guida alle architetture del verde: uccellande         storiche in Friuli



 

Mabel Englaro                                                                                         Maurizio Tondolo                                                                              
Cangemi Editore                                                                                           In collaborazione con Ecomuseo delle acque del Gemonese
Pagg.272                                                                                                 Foto a colori

Questa novitÓ editoriale, quarto volume della collana Paesaggi - Itinerari alla scoperta del Friuli Venezia Giulia, e’ stato realizzato grazie al lavoro di Mabel Englaro, curatrice della guida e funzionario ERPAC (Ente Regionale per il Patrimonio Culturale del Friuli Venezia Giulia); Maurizio Tondolo, autore dei testi, direttore Ecomuseo delle acque del Gemonese; Giorgio Galletti, docente universitario e membro di istituzioni internazionali per il paesaggio e Giovanni Puppatti, studioso di tradizioni popolari e cultura friulana. La pubblicazione, edita da Gangemi Editore, e’ dedicata alle Bressane e ai Roccoli che ancora vengono conservati con certosini e faticosi lavori manuali. Un tempo servivano per la cattura dei volatili, praticata soprattutto per la sussistenza delle famiglie, che li gestivano mettendo in atto una serie di antichi saperi su attrezzi, vegetazione e fauna. Essendo la pratica dell’uccellagione vietata ormai dal 1992, tolte le reti e le dotazioni adoperate per la cattura, sono restate le strutture vegetali di notevole suggestione, che costituiscono elementi caratterizzanti il paesaggio. Queste numerose uccellande storiche conservate le possiamo apprezzare sia scorgendole da lontano impreziosire i paesaggi, sia percorrendole, attraversando gallerie e stanze 'verdi', affascinanti come architetture, incantevoli come i parchi e i giardini. La guida racconta testimonianze di persone e comunitÓ, vero patrimonio culturale materiale e immateriale, e fornisce indicazioni corredate da cartine topografiche per raggiungerle a piedi o in mountain bike seguendo facili percorsi nella natura. Non meno importante e’ la presenza di un’appendice che conclude ed arricchisce il volume attraverso la trattazione di temi quali la migrazione degli uccelli, un piccolo glossario che racchiude dei vocaboli utilizzati nelle uccellande, una lista delle specie ornitiche piu’ conosciute accompagnate dai loro nomi in dialetto e un elenco delle specie vegetali utilizzate nelle strutture. Una pubblicazione di notevole interesse che ci riporta alle antiche tradizioni del nostro sapere ornitologico e venatorio e che riporta gli appassionati al valore naturalistico dei tempi antichi con il suo fascino e molta nostalgia.                                                                        Per richiedere il volume bisogna contattare Cangemi Editore s.p.a. attraverso il sito www.cangemieditore.it 


W.S.


  «Precedente