RECENSIONI LIBRI

ATLANTE FOTOGRAFICO DEGLI UCCELLI DEL PARCO NAZIONALE DELLA SILA

Con inediti contributi sull'avifauna silana



                                                                                                                               Gianluca Congi                                                                                                    Ente Parco Nazionale della Sila                                                                               Pagg. 400                                                                                                                 807 foto a colori

Si intitola “Atlante fotografico degli uccelli del Parco Nazionale della Sila con inediti contributi sull’avifauna silana” il libro dell’ornitologo Gianluca Congi. Scritto con l’anima e con il cuore sfogliandolo traspare tutta la competenza e la passione possedute dall’autore che conduce da tanti anni osservazioni e ricerche sugli uccelli della Sila. In servizio presso il Corpo di Polizia Provinciale di Cosenza e’ da sempre particolarmente impegnato nella lotta al bracconaggio e ai crimini ambientali, portando avanti con i colleghi di reparto innumerevoli e lodevoli interventi a tutela del territorio. Edito dall’Ente Parco Nazionale della Sila e’stato inserito nella collana di testi pubblicata dal parco. Si tratta di un corposo testo di 400 pagine che racchiude un’enorme quantità d’immagini e di notizie. Nel testo sono presenti 807 scatti fotografici realizzati dall’autore di cui 740 sono contenuti solo nella parte “atlante fotografico degli uccelli del Parco Nazionale della Sila e delle aree immediatamente contigue” e illustrano ben 148 specie diverse osservate nell’area di studio che coincide non solo con i confini del parco ma che si estende a tutta la ZPS “Sila Grande” (in gran parte comunque ricompresa nel parco nazionale) e alle aree contigue al parco facenti parte dell’area MaB “Sila” – Riserva della Biosfera. Un capitolo è stato scritto da Pierandrea Brichetti, tra i più autorevoli ornitologi italiani mentre diversi altri ornitologi, e amanti della natura, hanno contribuito alla buona realizzazione del lavoro. Il volume, che si apre con  le prefazioni di Fulvio Mamone Capria - Presidente della Lega Italiana Protezione Uccelli e di Alberto Sorace, ornitologo dell'ISPRA, amici dell'autore che ne hanno tracciato il profilo e il grande impegno personale per lo studio dell'avifauna della Sila oltre agli aspetti scientifici dell'opera e degli uccelli che popolano questo splendido territorio; e’ stato suddiviso in cinque capitoli ben definiti. Nel primo viene illustrata la Sila, il cuore verde del Mediterraneo col suo parco. Nel secondo capitolo sono presenti una molteplice varieta’ di argomenti che rappresentano il focus dell’ornitologia dove vengono toccati temi importanti quali la normativa sulla tutela degli uccelli, l’inquadramento territoriale dove sono avvenute le ricerche, la terminologia ornitologica e un paragrafo dedicato al Picchio nero, la specie ornitica piu’ rappresentativa dell’area protetta. Ambienti e paesaggi della Sila invece sono trattati nel terzo capitolo. Il quarto capitolo centrale si occupa delle specie presenti nel territorio, con descrizioni e approfondimenti ben descritti in appositi box informativi. L’ultimo capitolo, ma non certo il meno importante, raggruppa i dati inediti sull’avifauna silana con la corposa check list. A conclusione di quest’ottimo lavoro sono presenti un’appendice dedicata all’indice alfabetico dei nomi italiani degli uccelli rappresentati nel quarto capitolo, un elenco della bibliografia pubblicata ed utilizzata ed un piccolo esempio di come deve essere compilato un semplice ma efficace taccuino del birdwatcher. Insomma un libro che non deve mancare nella biblioteca di ogni appassionato di ornitologia che qual’ora avesse voglia ed interesse a recarsi in questi meravigliosi posti naturalistici avrebbe da questo atlante un ausilio importante su cosa osservare in ogni periodo dell’anno. Per averlo bisogna contattare l’ente Parco Nazionale della Sila consultando il sito web www.parcosila.it oppure scrivendo una mail a info@parcosila.it



W.S.


«Precedente