RECENSIONI LIBRI

GLI UCCELLI DELLA VAL LEOGRA E DELLA     VAL D'ASTICO NEL VICENTINO



 

Luigi Sebastiani
Banca Alto Vicentino
Credito Cooperativo SCRAL - Schio
Pagg. 138
Foto a colori 105


Luigi Sebastiani è fotografo naturalista e collabora col gruppo ornitologico veneto NISORIA. Dalla sua professionalità e dalla sua passione per l'ornitologia è nato questo libro a carattere divulgativo sull' avifauna che vive nel territorio vicentino. L'opera, patrocinata dalla Banca Alto Vicentino, fa parte di una collana di pubblicazioni divulgative a tema naturalistico. La varietà ambientale del territorio offre opportunità di alimentazione e nidificazione diversificate creando l'insediamento di una notevole qualità di specie.

Lo scopo del lavoro è quello di sensibilizzare gli interessati al riconoscimento ed al rispetto degli uccelli che vivono e si incontrano nella zona in esame.

Il volume è composto da paragrafi sulla geologia del territorio mentre gran parte è dedicato al capitolo sul riconoscimento e spiegazione delle specie con l'ausilio di bellissime foto a colori scattate nel loro ambiente naturale. Una scheda succinta ma dettagliata che tratta l'habitat, la distribuzione, l'alimentazione e la biologia completa il capitolo ornitologico e divulgativo. Vorrei sottolineare come l'opera, benché meno scientifica di un comune atlante locale, sia molto importante a testimonianza della presenza di alcune specie. Ad esempio, nel volume sono presenti due specie immortalate magistralmente dall'autore quali la bigia padovana e l'averla capirossa. I due esemplari sono stati fotografati nella campagna nei pressi della località Schio quando il territorio era ancora naturale. Attualmente in questa zona esistono capannoni industriali. Penso che una situazione del genere documentata debba far riflettere le amministrazioni locali su come affrontare in futuro lo sfruttamento del patrimonio naturalistico che anno dopo anno si vede sembra diminuire. Le costruzioni dovrebbero sorgere con più moderazione e i terreni, sui quali dovrebbero sorgere attività umane, prima di essere distrutti dovrebbero essere analizzati da studiosi che diano una valutazione all'importanza del sito da utilizare. Solo così si eviterebbe la scomparsa ed il disturbo di specie molto importanti che andrebbero protette.

Va quindi sottolineato come questo lavoro ornitologico sia interessante sotto il profilo storico naturalistico in quanto fornisce un primo quadro esauriente sullo stato della popolazione ornitica che esisteva ed esiste in questa provincia veneta.

Chi fosse interessato alla pubblicazione può contattare la banca Alto Vicentino del Credito Cooperativo SCRAL e richiederla visitando il sito web:
www.bancaaltovicentino.it oppure scrivendo una              e-mail all'indirizzo: info@bancaaltovicentino.it


W.S.


«Precedente