RECENSIONI LIBRI

GUIDA AI PICCHI DEL MONDO




 

S. Frugis
G. Malaguzzi
G. Vicini
P. Cristina
Museo regionale di scienze naturali Torino
Monografia VII
Pagg. 350
141 tavole a colori


La presente pubblicazione fa parte della collana “monografie del Museo di Scienze Naturali di Torino” ed è una check list ragionata dove vengono descritti i picidae, una famiglia ornitica avente abitudini di vita arboricola. I picchi del mondo sono rappresentati da 298 specie che in quest’opera vengono rappresentate in 141 tavole a colori del pittore ed ornitologo P. Cristina, grande appassionato di picchi e colibrì dei quali ha studiato a lungo la loro morfologia attraverso l’analisi di soggetti esposti nei musei e attraverso l’osservazione in natura nei paesi da lui visitati durante i suoi viaggi all’estero.  Il volume è suddiviso in tre parti. Nella prima parte od introduzione viene presentata con immediatezza coincisa in chiave sistematica ed evolutiva la famiglia Picidae attraverso le nozioni morfologiche, fisiologiche e biogeografiche. Nella seconda parte del libro, dove prende consistenza la guida vera e propria, vengono descritte tutte le specie di picchi esistenti sul pianeta. La guida si rivela semplice ed offre un buon aiuto alla determinazione dell’individuo osservato in natura grazie alle tavole a colori che, anche se non a portata di mano successivamente alla descrizione, si possono osservare piacevolmente e dove i disegni rappresentano abbastanza fedelmente la specie in oggetto. Chiude la seguente monografia una completa e ricca bibliografia sulla famiglia trattata, dove sono elencate tutte le ricerche e gli studi sui picchi pubblicati nel mondo da parte di ornitologi italiani e stranieri. Anche se un pochino datato rimane un interessante libro che si presta ad essere consultato facilmente, essendo ancora molto utile alla classificazione, ed è, comunque ad oggi, l’unica opera italiana pubblicata che tratta dettagliatamente questa famiglia di uccelli. Un volume che non può mancare nella biblioteca personale di un ornitologo e che si può consultare e richiedere al seguente indirizzo:
www.regione.piemonte.it/museoscienzenaturali/index.htm


W.S.


«Precedente